27 giugno 2014

Toni alla batteria. Ricordo ancora la sua musica, la sete di coccole, mia, sua.........

Ora non mi saluta più. Forse cerca  un albi dopo tanta indifferenza. Forse ora è tardi???
Quanto amore...ancora.........
O figlio!

....Non sai mai quando ti arriva addosso. Il dolore, voglio dire.
Può non succedere mai.
Può succedere oggi.
Può durare un istante.
Può non smettere mai.
Il dolore fa come vuole lui.
Non ci sente.
Non ci sente proprio.
Noi, invece, sì che lo sentiamo.
Lo sentiamo eccome.
Quando arriva, non c'è verso di non accorgersene.
Te ne accorgi sempre.
Ti entra dentro e non ti lascia più.
E anche se il tempo passa, lui no.
Lui resta lì, in agguato: brace sotto la cenere.
Basta niente – un soffio d'aria, un refolo di vento – e lui riprende a bruciare. E, presto, arde forte e alto più di prima.
Ci possiamo riparare da tutto:
dal caldo, dal freddo,
dalla pioggia, dal vento,
dalla neve, dal ghiaccio,
dall'acqua e anche dal fuoco,
ma non ci possiamo riparare dal dolore.
Possiamo cambiare casa, 

23 giugno 2014

Amico medico

Ho degli amici che io definisco salvavita. L'elenco è lungo anche perchè ne ho tanti e in ogni dove. A loro un grazie di cuore. Non occorrono raccomandazioni, solo gratitudine. Angiola viva.


16 giugno 2014

Attenzione alla cassa.......

E' accaduto domenica scorsa. E io facevo finta di niente....
Però notti insonni e dolore forte. ORA prendo atto. Male cane.
Caduta accidentale, in discesa su sentiero neanche tanto ripido.
Attenzione si deve camminare stando verso monte, mai distrarsi. Attenzione anche al cellulare, io avevo solo la mia Tofy al guinzaglio. Ed ero in passeggiata tranquilla fra i boschi ma...........
Mai desistere ma un appello all'attenzione.
Lo so, sono suonata.
Bacio...attenzione ai bimbi in montagna.

Contusione costale

La contusione delle costole è una lesione nella zona delle costole causata da pressioni improvvise e contundenti dall’esterno. Poiché i capillari sotto pelle vengono danneggiati, si crea spesso un grave

15 giugno 2014

Mamma sgozzata con due cuccioli. Ma l'Italia ha vinto ai mondiali. Tutto bene?

Mamma con due bimbi morta sgozzata! Ma CAZZO NON FA NIENTE NESSUNO.

L'Italia ha vinto questa notte.Al Pallone.
Ha perso nella VITA.
In quello stesso momento, intendo in quella stessa notte, da una parte luce e festa e dall'altra sangue ed urla.
Siamo nel 2014. In Italia sbarcano donne disperate provenienti dall'Africa.
Donna, che tu sia bianca o negra sei sempre il NEGO del mondo.
“Woman is the nigger of the world” (“La donna è il negro del mondo”), cantava John Lennon nel 1972: da allora a oggi, le cose non sono cambiate e, anzi, in molti casi sono peggiorate (basta pensare all’escalation della violenza domestica e del femminicidio).
Mi chiedo, perchè tanta indifferenza. Tiriamo fuori gli artigli?





13 giugno 2014

Ecco alcune foto della mia mostra a Villa Reale a Milano

Curatore Luca Beatrice - Questa mostra per essere colta e pieno andava vista e PARTECIPATA. Attraverso un moderno e sofisticato sistema di telecamere e sensori avvicinandosi alle sculture si sentivano suoni e messaggi che creavano un effetto di coinvolgimento del tutto innovativo.
Quei critici d'arte che si sono limitati a scrivere senza neppure aver visto la mostra sono certamente personaggi da non considerare in quanto non professionali.
Sono sempre a disposizione.































12 giugno 2014

Sei in prima fila??? giornalisti o magistrati?


Mare in tempesta.
Prima fila di cosa???
Un distinguo.Tutti in corsa a cacciare balle ed accuse.

Domande?
Perchè nelle ruberie le donne appaiono solo come intriganti manovratrici????
Perchè non cerchiamo di fare chiarezza in merito alle vere accuse e ai pettegolezzi?
Certi giornalisti si vanno a barricare, difendono la magistratura e sferrano calci nei denti ai loro nemici.
Attenzione, tutto cambia..

11 giugno 2014

Così fanno i giornali seri.

.........Non valse a niente scusarsi, pubblicare smentite e rettifiche. Neanche licenziare in tronco il giornalista che aveva firmato l'articolo... con me alle sue spalle a dirgli dove spingere, su quali punti insistere di più... che bel risultato che avevo ottenuto! Mi venne il voltastomaco a guardarlo piangere, come una bambina a cui è caduto il cono gelato per terra... E a nulla servì denunciare il fotografo. Un vecchio marpione che – la prima volta che mi vide – si limitò a sorridermi di traverso, prima di darmi le spalle, scuotendo la treccia di capelli grigi. “Questo è il far west, bellezza – dicevano i suoi occhi – prima o poi incontri quello che spara più veloce di te''.
La rivolta di tutti quelli che avevo messo con le spalle al muro montò all'improvviso. Un'onda di rancore. Uno tsunami di livore e rabbia repressi per anni, pronto a rovesciarsi su di me e a spazzare via tutto il mio mondo. La mandria che schiaccia col suo peso il predatore che l'ha terrorizzata fino a poco tempo prima. Mi sentivo come la pantera con la zampa ferita che avevo visto in un documentario: bistrattata da un centinaio di gnu...
Non ci volle molto a capire che la situazione era seria.  ...
TRATTO DAL ROMANZO 
"Le stelle senza cielo" Ed. Zecchini

.....

9 giugno 2014

Importante è esserci ancora.


Devo ringraziare coloro che mi sono stati vicini. Tutti.



7 giugno 2014

Angiola Tremonti Le stelle senza cielo Telenova 06 giugno 2014

Angiola Tremonti Le stelle senza cielo Telenova 06 giugno 2014

Io sono la civetta famtasmino.


L'Africa chiama.

Il calore dell'amore.
Un cioccolatino, no un bimbo dolcissimo.


Telenova 6 Giugno Linea d'ombra

Dalle ore 20:30 con Adriana Santacroce.

3 giugno 2014

Ore 16 e 30 oggi al Tgcom 24

Presento il mio libro.


2 giugno 2014

Capita a tutte.
"""Non so che pensare.
Di lui e di me.
Lo guardo.
Ma il suo viso è impenetrabile come il buio della notte che ci circonda...
Sospiro.
Godendo del momento.
Non c'è stato ieri. Con le sue delusioni, le sofferenze, le speranze spezzate per destino o per incuria di qualcuno.
Non c'è domani. Non c'e' il tragitto che mi riporterà ad Istanbul e da lì verso casa...
Verso la mia vita.
Che non sarà più quella che era prima della mia partenza.
Io non sono più quella donna.
Ma ci sarà tempo per capire, decidere, cambiare.
Ora c'è soltanto questo isolotto, il vento che mi circonda, il profumo del mare e l'odore dell'amore che mi ha travolta in un'irripetibile sera d'estate, al fianco di un uomo di cui so poco ma che volevo.
Forse è questo il segreto: non sapere.
L'ho voluto.
Mi sono lasciata trascinare dal desiderio.
Vivendo ora e adesso.
Senza speranze né aspettative.
Come bisognerebbe fare sempre per vivere meglio....."