30 novembre 2013

Belle Epoque. Una festa.







Dalla mia Miriam, capelli, trucco e poi via a divertirmi. Per una sera? Me lo concedete?

25 novembre 2013

24 novembre 2013

Verissimo

Ora ho capito. Altro che omertà. Zitti tutti.

6 novembre 2013

Cantù. Pesca miracolosa. Giuro.

Correva il  5 maggio (2007)
....EI FU SICCOME IMMOBILE.....
il nostro Sindaco non aveva proprio nulla a cui pensare.?
Ebbene agiva con fermezza, ecco come.
Vedete quel grande tubo che scarica liquame nella roggia?

Qui ve l'ho ingrandito un cicino. 

"""""Le uniche a gioire sono le rane SINTETICHE""""
che si chiedono: ma dove sono finiti tutti quei politici?
 Cantù è sintetica???

4 novembre 2013

Tofy il cane che può insegnare anche ai giornalisti.........

Come ci si può lavare il pelo anche SULLA LINGUA.
Serena vado a dormire. Oltre alla querela per diffamazione ora sto preparando la richiesta danni.
Vi giuro che mi dispiace ma la Tofy mi ha imposto di farla. A nome di tutti i cani. Grazie Silvia e serena notte.

2 novembre 2013

ascolta......una vera musica ..........

https://dl.dropboxusercontent.com/u/92222370/fammi%20entrare.mp3
Angiola Tremonti - Musica di Andrea Ferrante
canta Chiara Tinnirello
Fammi entrare

Ho voluto confondermi
Non parli, no, non hai più vita e canti
La tua mano prendeva la mia mano
Grembo vuoto sospeso nel silenzio.

Per favore fammi entrare
Nella tua danza a respirarti l’anima
Nella morte vita no, non muore
Per favore…

Per favore fammi entrare,
arrancare nel silenzio
nel tuo abbraccio infinito
ancora ancora

Di preghiera una danza è già piena
L’abbandono, dʼazzurro e viola tinto

Per favore fammi entrare,
confondermi nel fascio delle stelle
nelle tue ali calde
ancora ancora
fammi entrare…

I passi cercheranno un limite
Oltre il quale io ti sto cercando
Ti sento sai, ti voglio ancora qui.
Onde,  nuvole del mio cielo

Dolce e soave nudità divina.

Suprema volontà.

E' una canzone.......

o una preghiera?
Angiola Tremonti musiche di Andrea Ferrante

Fammi entrare

Ho voluto confondermi
Non parli, no, non hai più vita e canti
La tua mano prendeva la mia mano
Grembo vuoto sospeso nel silenzio.

Per favore fammi entrare
Nella tua danza a respirarti l’anima
Nella morte vita no, non muore
Per favore…

Per favore fammi entrare,
arrancare nel silenzio
nel tuo abbraccio infinito
ancora ancora

Di preghiera una danza è già piena
L’abbandono, dʼazzurro e viola tinto

Per favore fammi entrare,
confondermi nel fascio delle stelle
nelle tue ali calde
ancora ancora
fammi entrare…

I passi cercheranno un limite
Oltre il quale io ti sto cercando
Ti sento sai, ti voglio ancora qui.
Onde,  nuvole del mio cielo

Dolce e soave nudità divina.

Suprema volontà.