25 gennaio 2013

Sicurezza e piste da sci.Cristallo e Bormio. CONTROLLO.

 Cristallo . Cortina. OGGI. LUTTO. Io ero lì.  Secondo me lo sci alpinismo anche oggi, nel 2013 lo si fa a primavera e nelle ore che stanno fra la notte e l'alba.
La crisi porta a risparmiare ma.... attenzione.
Certi che credono di essere ESPERTI farebbero bene a pensarci. L'assurdo sta anche nel fatto che per recuperare i loro corpi si devono muovere uomini e CANI. Grandi rischi e chi paga per questo. Tutti eroi. Non abbiamo bisogno di eroi ma di controllo, di responsabilità e di amore verso gli uomini e verso la natura.

Onore alle anime, ai corpi ma riuspetto a chi non deve rischiare.
Un sassolino.
Ore 10 al bar a Rio Gere in 10 minuti ho visto entrare 3 clienti a chiedere birra grande per € 4,50 al boccale, entravano e ordinavano ed uscivano, rimettevano gli sci.
Ci rendiamo conto che queste bombe umane, piene di alcool scendono nelle piste spesso a volocità allucinante?
Io sono nata in Valtellina ed oggi ho raggiunto l'apice del tollerabile.
A Bormio-  Valtellina scontro mortale. 
Al Cristallo Cortina dove mi trovavo vengo a sapere di un fuoripista demenziale nelle ore pomeridiane.
Vediamo un po' di mettere delle regole. 
Spero che i carabinieri non stiano più,  in servizio, solo al ristorante, intendiamoci, mi piacerebbe vederli vitali nelle piste. Forse sono pochi??? Aumentiamoli ma ATTIVI. Multe, etilometro in pista.
Uno sciatore AMMAZZA se va a scontarsi contro un altro, VEDI BORMIO.
Oggi vi assicuro che al Cristallo erano in molti i FIGHI fuori pista, se nessuno glòielo vieta che llora gli sciatori stiano sotto ad aspettarli per SPIEGARE LORO CHE NON SI FA COSI'.
Serena notte Angiola CADORE VALTELLINA:



1 commento:

  1. L'alcool è uno strumento di morte tutto da coltivare. VERGOGNA. Ancora più vergognoso che usino i cani per recuperare i corpi. Questi mega eroi dovrebbero PAGARE perchè la montagna è uno strumento di vita ma se qualcuno pensa di farci quello che vuole tanto, VIENE SALVATO...questo non va bene..........la morte è morte. Anche quella di un cane.

    RispondiElimina